Pro-muoversi! – piccole idee per piccoli business

Darwin e l’ufficio stampa
24 febbraio 2017
se la vita ti offre limoni
8 marzo – Se la vita ti regala limoni
7 marzo 2017

Io ho business piccolo, a mia misura, non è ancora come lo vorrei (anche in termini economici) ma sta crescendo e mi dà soddisfazioni. Ho capito, anche a confronto con altre little businesswomen come me perchè io sto emergendo dall’abisso e altre no, te lo spiego perchè può essere utile anche a te.

La promozione è fatta di momenti statici e momenti dinamici, per questo ho chiamato questo post pro-muoversi: alla base di tutto lo sforzo lavorativo, il tuo obiettivo è che quello sforzo parli per te e sia il tuo biglietto da visita ma quando quel lavoro ancora non si sta creando come si fa?

Io ho cominciato nel piccolo a farmi conoscere, a livello locale e a prendere contatto con tutte quelle realtà che avrebbero fatto la differenza nel mio lavoro: mi occupo di Comunicazione strategica, operativa e formo imprenditori che hanno bisogno di comunicarsi meglio ma vogliono capire i mezzi e i linguaggi (diffidenti perchè “fregati da un consulente oppure mai avuto a che fare con un consulente e paurosi di essere fregati).

Ho cominciato dal mio comune, dal sindaco dalla giunta, lì ho scoperto l’esistenza di organizzazioni, enti e associazioni che trattavano temi a cui io ero interessata. Sono passata alla cittadina più grande qui vicina: di quella ho preso contatto e conosciuto titolari di coworking, dirigenti della camera di commercio, dipendenti di enti indipendenti di formazione e piano piano ho scoperto che le persone magicamente sono davvero divise da quei sei gradi di separazione di cui si dice. Quindi ho cominciato a frequentare anche gli appuntamenti organizzati dalla conoscenze delle conoscenze.

Insomma ho imparato a fare rete e a sfruttare il networkingPortandomi sempre dei biglietti da visita ben fatti e una penna.

La stessa cosa l’ho fatta nei gruppi di persone che già conoscevo, che non necessariamente avevano a che fare con la mia realtà locale: oggi ho una collega web developer cui mi appoggio a Genova, colleghi marketer con cui mi confronto in Brianza, a Piacenza, e così via…

Di pari passo fai in modo che i social network lavorino per te: ripulisci il tuo profilo, apriti una pagina pubblica di quello che fai (io sul primo ho selezionato le persone e i contenuti, sul secondo parlo solo di lavoro) e partecipa – nel giusto spirito di condivisione – a tutti i gruppi e le pagine su Facebook che parlano degli argomenti che ti interessano, non necessariamente solo professionali. Puoi scoprire sul gruppo della tua serie preferita di andare d’accordo con un avvocato di diritto fiscale che ti serviva per gestire quella bega per la quale non sapevi a chi chiedere.

Ho interagito nei gruppi o sulle pagine tutte le volte che ho potuto: dal consiglio professionale, a quello per smacchiare una tovaglia, dalla condivisione di un link al ridere di un contenuto.

Quando sono stata io a chiedere aiuto, ho ricevuto un sacco di riscontri, mail e solidarietà: perchè avevo rispettato la community e lo spirito della rete.

La mia rete cresce ogni giorno, lavoro con serietà e faccio in modo che sia il passaparola a lavorare per me: qualcosa è arrivato.

Quindi il mio consiglio è PARTECIPA, CONDIVIDI E DONATI. Tenere per sè tutto quello che si sa e che si prova finisce solo per rendere più poveri, ti assicuro. Se invece da stasera cominci a donarti un pezzetto alla volta sui tuoi gruppi preferiti (ce ne sono tantissimi in Facebook ma puoi interagire su Twitter, su Instagram…), domani guarda quali sono gli appuntamenti di incontro della tua zona (quelli delle mamme sono pazzeschi, quelli di cucito, di lettura, di pilates…) e non pensare solo di andarci: vacci! Armati di coraggio, di faccia tosta e sii tu la prima a stringere la mano.

E se hai qualche soldo,o lavori molto sola, spendi in formazione in aula, lì le persone del tuo stesso settore ti diranno come affrontano loro i problemi.

E se non avrai riscontro subito, non mollare! Coltiva le persone, invitale per un caffè o salutale e commenta i loro status quando ti coinvolgono.

Prima o poi il momento che stai aspettando si presenta. Ci scommetti?

 

 

Facebook Comments
Valeria Sartorio
Valeria Sartorio
FEMMINA CAUCASICA, PROFESSIONISTA PER LA COMUNICAZIONE & LE PI(ERRE), OFFRE GRATIS QUI STORIE A BASE DI ATTUALITÀ, NUOVI MEDIA E ANEDDOTI SEMISERI DI VITA VISSUTA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *